martedì 8 maggio 2018

Recensione: "Volevo vendere sogni" - Annalisa Baldinelli



Titolo:
"Volevo vendere sogni"

Autrice:

Annalisa Baldinelli

Editore:
Bertoni Editore





Cari lettori...buon pomeriggio!!!
Oggi, voglio portarvi con me alla scoperta di un posto magico. Un posto dove iniziano a prendere forma alcuni dei nostri sogni. Un posto…va bene, va bene la smetto e arrivo al punto della questione. Oggi vi porterò in un’agenzia di viaggi.
Sì, avete letto bene!
Una vera agenzia di viaggi.
Ammettiamolo, almeno una volta nella nostra vita siamo entrati in un’agenzia e abbiamo chiesto l’aiuto di persone specializzate, per organizzare il viaggio dei nostri sogni. Operatori, che ogni giorno, vedono entrare nei loro uffici, tantissime persone con centinaia di richieste, a volte veramente strane e irrealizzabili. Ma loro sono lì, ancorati alle loro sedie e alla realtà della situazione e con estrema calma, cercano di riportarci con i piedi per terra, proponendoci offerte e soluzioni che rispondono, almeno in parte, a tutte le nostre esigenze.
Oggi, la nostra guida turistica, sarà Annalisa Baldinelli, un’agente di viaggio che per anni ha svolto questo lavoro con passione e amore, vivendo momenti e situazioni divertenti, imbarazzanti, spesso emozionanti.
L’autrice ci accompagnerà e ci spiegherà l’enorme lavoro, soprattutto psicologico, che gli agenti di viaggio affrontano ogni giorno.
Aiutandoci a superare gli stereotipi legati alla loro professione, come ad esempio, pensare che sia più un divertimento che un lavoro, oppure, che viaggiano sempre e solo gratis etc. Ecco, cancelliamo queste idee, concentriamoci sulle parole dell’autrice e seguiamola nel suo racconto.
Annalisa Baldinelli, ci narra le sue esperienze lavorative con leggerezza, semplicità e con quel pizzico di humour, che non guasta, alleggerendo alcuni episodi imbarazzanti.
Humour che l’ha aiutata, negli anni, a stemperare alcune situazioni paradossali, tragicomiche e spiacevoli. Nel testo ci racconta questi aneddoti con delicatezza, educazione, attenzione, senza deridere nessuno. Nella narrazione mantiene sempre il massimo rispetto per i colleghi e per tutte le persone che sono passate in agenzia e si sono affidate alla sua professionalità. Ognuna di loro ha saputo donarle qualcosa di speciale che ha arricchito il suo bagaglio umano, emotivo e culturale. Ricordi da custodire e portare con sé, per i momenti di nostalgia.
Ricordi che ha raccolto, trascritto e custodito in questo piccolo testo.
Un testo che ci invita a vedere oltre la superficie. Sollevando il velo dietro cui si cela l’immenso lavoro che ogni giorno svolgono gli agenti di viaggio per cercare di esaudire i desideri dei viaggiatori, intuendo le diverse personalità, cercando di assecondare le loro richieste, mantenendo la calma di fronte a clienti maleducati e irriverenti.
Un testo che ci ricorda quanto si è fortunati ad avere un lavoro e quanto sia raro svolgerne uno che si ama.
Siete pronti a fare un viaggio all'interno di questo libro divertente e delicato? Bene.
Non avete bisogno di bagagli, solo di una comoda poltrona, di una copia del testo e poi immergetevi tra le avventure e disavventure di un'agente di viaggio sensibile e professionale.
Buona lettura!!



(Marianna Di Bella)

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili, verranno eliminati immediatamente

Privacy Policy