sabato 13 ottobre 2018

Recensione: "Una piccola libreria molto speciale" - Ellen Berry

una piccola libreria molto speciale, mdb, recensione, libreria, speranza, sogni
Titolo: "Una piccola libreria molto speciale"

Autrice: Ellen Berry

Editore: Newton Compton Editori



Non è mai troppo tardi per cambiare lavoro.
Cambiare strada.
Cambiare se stessi.
Non è mai troppo tardi per stravolgere la propria vita.
Inseguire i propri sogni.
Tornare a sorridere.
Non è mai troppo tardi per essere felici.

Capitano momenti, nella vita, in cui ci sentiamo insoddisfatti e incompleti. Ci sembra di vivere in un limbo, dove tutto è fermo, immobile e non accade mai nulla di diverso. In realtà siamo noi ad essere statici, fermi nella nostra zona comfort, timorosi di fare quel piccolo passo in avanti che ci può portare ad essere felici e appagati. Un piccolo passo che per noi equivale a un triplo salto mortale nel buio, provocando un cambiamento radicale della nostra vita.
Non tutti sono pronti a questo salto.
Non tutti sono così audaci da decidere di riprendere in mano le redini della propria vita, lanciandosi nel vuoto, vivendo completamente e intensamente la propria esistenza.
Non tutti sono pronti a tentare, ad eccezione di Della Cartwright, la protagonista di questo romanzo.
Della ha 50 anni, vive a Heathfield, insieme al marito e alla figlia. Lavora nel negozio di souvenir del castello della cittadina, ama la cucina e sta passando un momento difficile e di grande sofferenza.
La madre è morta dopo una lunga malattia, la figlia sta lasciando il nido familiare per andare a studiare all'università e il marito è poco attento alle sue esigenze.

Ed eccola lì, Della: ad assecondare un uomo che a stento sembrava preoccuparsi o accorgersi di quello che lei faceva...”

Della si sente spenta, insoddisfatta, irrequieta e infelice. Fino a quando non decide di prendere in custodia tutti i libri di cucina della madre. 962 libri che racchiudono il suo amore per la cucina, i ricordi dei giorni passati e il senso di conforto e familiarità.

Era questo che lei amava della collezione di Kitty: il fatto che quei volumi fossero testimoni di una cucina che una volta era stata piena di vita e dalla quale erano usciti numerosi pasti per una famiglia di cinque persone.”

Cosa farne di tutti quei libri?
Semplice. Aprire una libreria speciale, dedicata esclusivamente ai libri di cucina di seconda mano, creando un luogo di aggregazione in cui sentirsi a casa.
Un piccolo cambiamento che provocherà una serie di conseguenze che la metteranno di fronte a se stessa e alla sua felicità.
Una felicità che...basta, vi ho detto anche troppo. Lascerò a voi il piacere di scoprire un romanzo gradevole e pieno di speranza. Un romanzo in grado di regalarvi calore familiare, buoni sentimenti e la voglia di realizzare i propri sogni
Il libro è piacevole, scritto con parole semplici che sanno emozionare il lettore. La trama non è originale, ma ricca di buoni propositi e speranza. La lettura è fluida e regala momenti di serenità e delicatezza.
Un libro che ci ricorda quanto è importante amare se stessi e fare le cose che ci rendono felici, andando contro il parere degli altri e il loro disfattismo.

Quand'è che gli esseri umani avevano perso il loro naturale entusiasmo e iniziato a vedere solo rischi e ostacoli?”

È importante credere in se stessi e nei propri progetti; spesso ci vuole quel pizzico di pazzia e audacia per inseguire i propri sogni.
Lasciatevi avvolgere dal calore familiare del romanzo e ricordate: non è mai troppo tardi per ritrovare se stessi.
Buona lettura!!



(Marianna  Di Bella)

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili, verranno eliminati immediatamente

Privacy Policy