lunedì 30 luglio 2018

Recensione: "Brucia" - Salvatore Improta


Titolo:
"Brucia"

Autore:
Salvatore Improta

Editore:
Geeko Editor



Ogni giorno centinaia di studenti si muovono tra i portici di Bologna per andare all’Università, seguendo lezioni, corsi ed esami. Studenti che si muovono a piedi parlando tra di loro dei professori e della loro vita. Studenti che pedalano velocemente per non arrivare in ritardo alle lezioni, inseguendo i minuti e la loro stessa vita.
Tra di loro troviamo due dei nostri protagonisti: Andrea e Gioia. Andrea, è uno studente universitario, impegnato e sempre di corsa, che si divide tra diverse occupazioni lavorative: consegnare pizze il fine settimana, dare ripetizioni di matematica e disegnare planimetrie in due e tre dimensioni per un’agenzia immobiliare. Ma la sua vera passione è scrivere. Riversa su carta i suoi pensieri, le sue emozioni e sensazioni.
Gioia è, invece, una ragazza che guarda con occhio attento e arguto tutto ciò che la circonda. Anche lei ama scrivere, per lei è come respirare. Quando ha l’ispirazione, non importa dove si trova, apre il suo quaderno e si lascia trasportare dalle sue parole e dalla storia, perdendo la cognizione del tempo e del luogo in cui si trova. Si estranea completamente dal mondo e da ciò che la circonda, la storia la risucchia in un mondo tutto suo fatto di parole e significati profondi e intensi.

Scrivere è fantastico. Mi piacerebbe farlo per mestiere, ma fino a che punto riuscirei a scrivere quello che voglio e che sento? Fino a che punto non mi farei prendere dalla frenesia di piacere a tutti i costi? Si scrive affinché altri possano leggere, ma lo faccio anche per me. Per ricordare, per non lasciare niente al tempo. Il tempo vuole portarmi via i ricordi? Io invento le mie storie innanzitutto per me. E dentro ci metto un po’ di quella realtà che vivo, di quel quotidiano in cui sono immerso.”

Altri due personaggi avranno un’importanza rilevante nella trama del libro, ma non vi dirò nulla su di loro, perché sarete voi a scoprire chi sono e cosa stanno cercando dalla loro vita. Vi lascerò, così, alle abili mani di Salvatore Improta che con le sue parole vi condurrà all’interno di una trama complicata, misteriosa e profondamente toccante. Ciò che scoprirete, seguendo le storie dei diversi personaggi, è il mistero degli incontri, delle coincidenze che legano destini diversi e improbabili. All’inizio vi ritroverete spaesati perché sarà difficile comprendere l'alternarsi delle voci narranti, ma piano piano, senza sapere come, vi ritroverete completamente risucchiati dalla trama e dalle parole ammaliatrici dell’autore. Parole che vi lasceranno spossati, confusi, impauriti ma anche felici, sorpresi, innamorati.
Pagina dopo pagina il mistero si svelerà ai vostri occhi, grazie alla capacità narrativa dell’autore di svelare le informazioni al momento opportuno, regalandovi quei pezzetti di puzzle che vi aiuteranno a completare la storia e a comprendere il significato profondo celato tra le vite dei protagonisti e tra le pagine del libro.
L’autore ci ha regalato una storia particolare dove l’amore è il vero protagonista. L’amore per la scrittura, l’amore in ogni sua forma e sfaccettatura, l’amore per se stessi, per la vita…semplicemente amore.


Sei il mio opposto, colui che mi completa. Sei fragile e allo stesso tempo la roccia sicura su cui voglio posare questi ultimi passi.”


Seguite le parole di Salvatore Improta e perdetevi tra le pagine del libro.
Buona lettura! 



(Marianna Di Bella) 

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili, verranno eliminati immediatamente

Privacy Policy