domenica 8 aprile 2018

Recensione: "Tutto il peso di una caloria" - Sara Carnevale

tutto il peso di una caloria, obesità, disturbi alimentari, sofferenza, diario

Titolo: 
"Tutto il peso di una caloria"

Autrice:
Sara Carnevale

Editore:
Intrecci Edizioni




Ci sono libri, che entrano in punta di piedi nella nostra vita. Si affacciano timidamente, timorosi di non essere accettati e capiti. Si lasciano sfogliare, regalando qualche frase tra una pagina e l'altra, cercando di incuriosire il lettore. Non hanno bisogno di copertine sfavillanti o titoli altisonanti per attirare il lettore, perché la magia di questi libri è nella loro semplicità, delicatezza e profondità. 
Sono libri in grado di donare più di quello che il lettore si aspetta.
Sono una carezza per l'anima. Un abbraccio rassicurante e confortevole.
Sono una risposta vera e sincera, a domande che avevamo dimenticato di aver posto.
Sono libri che segneranno la nostra vita e rimarranno per sempre nel nostro cuore.
“Tutto il peso di una caloria” è un piccolo tesoro da leggere e custodire. Sfogliare le sue pagine è come sfogliare la nostra anima. Leggerlo vuol dire liberare la voce della protagonista, lasciando che le sue parole volteggino nell'aria, per poi scendere e posarsi delicatamente nel nostro cuore.
La nostra protagonista è Paola, una donna che sta mettendo in discussione tutta la sua vita. Un terribile infarto, la pone di fronte a un problema che ha sempre accantonato e sottovalutato: l'obesità.
Il ricovero presso il reparto di Riabilitazione Cardiologica, sarà il punto di svolta nell'affrontare il suo problema. Dovrà sostenere un lungo percorso di guarigione e rinascita. Un percorso, in cui non solo imparerà a gestire le calorie e il suo peso, ma affronterà se stessa e i problemi che negli anni si sono nascosti tra le pieghe dell'anima e dei chili in eccesso.
Contrastare l'obesità, vuol dire imparare a gestire le proprie emozioni, esprimendo finalmente quella rabbia, paura, ansia e sofferenza, che sono state lungamente represse e soffocate dal cibo: donatore di effimere sensazioni di serenità e calma.
Non sarà un cammino semplice, al contrario molti saranno i nemici da fronteggiare, combattere e sconfiggere. Il nemico più pericoloso e sinistro non sarà il cibo, ma se stessi.

Non so se sono in grado di rinunciare all'immagine di me che ho costruito, in cui l'obesità fa parte della mia identità personale. Non so se sono pronta a rinunciare ad ogni difesa e svelarmi agli altri.
Solo io posso sapere chi sono.”


Sara Carnevale, ci prende delicatamente per mano e ci conduce tra le pieghe dell'anima di questa donna. Con delicatezza e sensibilità, affronta un tema troppo spesso sottovalutato e accantonato con la solita frase stereotipata: “le persone grasse sono gioiose, libere e felici”. L'autrice, invece, ci aiuta a comprendere e vedere oltre le apparenze. Ci aiuta a individuare la sofferenza, il dolore, la paura e la rabbia nascoste dietro un sorriso, ma soprattutto ci aiuta a vedere le persone ingabbiate in un corpo che non le rappresenta e identifica.
L'autrice, attraverso questo testo meraviglioso, ha dato voce a tutte quelle donne che non vengono ascoltate. Con le sue parole, ha fatto in modo che le loro sofferenze prendessero vita, raccontando una storia intensa e delicata. Una storia che tutti dovrebbero leggere. Una storia che insegna a vedere oltre le apparenze ma, soprattutto, a comprendere senza giudicare.

Lei prende lo spazio con il peso, invece che con le parole.”

Permettiamo alle parole di prendere e occupare tutto lo spazio di cui hanno bisogno.
Permettiamo al libro di entrare nella nostra anima, trovare il suo angoletto e adagiarsi comodamente, narrandoci la storia di Paola.
Buona lettura!!! 


(Marianna Di Bella)

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili, verranno eliminati immediatamente

Privacy Policy