martedì 3 aprile 2018

Recensione: "Perché proprio a me" - Stella Bright

 

Titolo:
"Perché proprio a me"

Autrice:
Stella Bright

Editore:
Triskell Edizioni




La paura di lasciarsi andare a un nuovo sentimento, a una passione intensa, spesso ci destabilizza, ci terrorizza, così, ci mettiamo sulla difensiva. Ci chiudiamo in noi stessi e costruiamo muri invalicabili dietro cui nasconderci. Muraglie formate da mattoni di diffidenza, finto menefreghismo e sarcasmo, pregiudizi e stereotipi. Ci sentiamo protetti, finalmente al sicuro, ma ciò che dimentichiamo è che l'amore è il sentimento e l'energia più forte che esista, talmente potente da abbattere qualsiasi muro da noi costruito. Si infiltra piano piano, silenziosamente, lasciando crepe ed erodendo tutto ciò che trova fino a sgretolare totalmente il muro, lasciandoci completamente e irrimediabilmente innamorati.
Glenna si è barricata dietro stereotipi e pregiudizi per non permettere all'amore di sfiorarla.
La ragazza è nata in Irlanda ed è cresciuta in una famiglia di rugbisti. Il rugby è la sua vita e il suo ossigeno e quando lo zio paterno, uno dei coach della squadra gallese dei Cardiff, le propone un lavoro nello staff tecnico amministrativo, lei non esita e si trasferisce nel Galles. Ama il suo lavoro e i ragazzi della squadra; sono la sua famiglia, il posto che più di tutti la fa sentire a casa. Fino a quando nella squadra non arriva un nuovo membro, un rugbyman sudafricano: Johann Christiann Van der Vaals.
Un ragazzo affascinante, gentile, sicuro di sé, corretto e che in poco tempo riesce a farsi ben volere da tutta la squadra, ad eccezione di Glenna. Perché? Be' la ragazza ha un forte pregiudizio verso i giocatori sudafricani, infatti, li ritiene razzisti, indisciplinati e fallosi. Per questo motivo, decide di essere fredda, sarcastica, verso il nuovo arrivato.
Riuscirà Johann ad abbattere il suo muro di pregiudizi?
Glenna capirà che non può giudicare le persone solo dal posto da cui provengono e che non può continuare a scappare da se stessa e dai suoi sentimenti?
Vi anticipo che non sarà facile e come una partita di rugby, ci saranno momenti di grande gioco fatto di attacco e difesa, dove i due giocatori si valuteranno a fondo prima di decidere ed effettuare la mossa successiva che, forse, li porterà a meta. A dirigere il gioco ci penserà Stella Bright, perché da ottima allenatrice ci spiegherà e ci svelerà la storia, pagina dopo pagina, placcaggio dopo placcaggio, trascinandoci in uno scontro a due divertente e altamente ironico e sarcastico.
L'autrice ha volutamente accentuato il forte pregiudizio di Glenna per rendere le scene e le battute più divertenti e comiche. Ha bilanciato bene i diversi caratteri dei due protagonisti, presentandoci un Johann paziente, calmo, sicuro, in grado di frenare e contenere il carattere forte e dirompente di Glenna.
Un romanzo che si legge in pochissimo tempo ed è in grado di regalarci momenti di tranquillità e spensieratezza, facendo letteralmente volare le ore in sua compagnia.
Non permettete ai vostri muri di privarvi di vivere emozioni e avvenimenti importanti. Abbatteteli e riappropriatevi di voi stessi e mi raccomando fatevi placcare dall'amore.
Buona partita e buona lettura!!


(Marianna Di Bella)


2 commenti:

  1. Ciao! Non conosco questo romanzo...ma l'ambientazione nel mondo del rugby sembra originale! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, lo è...se ami i romanzi rosa e le storie d'amore, allora questo è il libro giusto 😉😊

      Elimina

Non inserire link cliccabili, verranno eliminati immediatamente

Privacy Policy