lunedì 28 maggio 2018

Novità Letterarie - Casa Editrice Kimerik

 

SINOSSI:

La perdita del lavoro, la malattia, l’inaspettato evento sono elementi che possono disgregare qualsiasi istituzione che non ha dei supporti di valori validi nelle proprie viscere. La famiglia rappresenta lo snodo dove tutti i sentimenti confluiscono con una forza senza eguali. La formazione culturale e spirituale del protagonista nel ripercorrere tutti i luoghi della memoria fa sì che la carica emotiva dell’opera acquisti uno spessore trascendentale con il rapporto con la vita, dove l’amore, nel senso più alto del termine, vive la sua dimensione nel tempo, dove il tempo è l’amore infinito. Nicola Pillitteri regista di teatro palermitano

 
 BIOGRAFIA:

Palermitano, classe ‘79, Vincenzo Saglimbene è un piccolo sognatore con la passione per la scrittura. Il suo primo lavoro, Prostituta per dovere, edito da Youcanprint (maggio 2016), è arrivato in finale al concorso letterario “Il Murgo Gioiosano”, classificandosi al secondo posto. L’e-book dello stesso è stato tra i dieci finalisti del Premio Internazionale Terra di Guido Cavani (2017). 

____________________________________________________________ 

SINOSSI:

Come un gabbiano Grazia La Gatta sorvola il mondo, dall’alto ne osserva le atrocità, le disillusioni per poi trasformarle in versi. Vien fuori da questa raccolta un’insoddisfazione che alla Natura guarda e alla stessa si rivolge, nelle notti buie, di fronte a un mare in tempesta, in balia di sferzate di vento. Un’anima che trova diletto nel riversare su carta i propri pensieri, ma che non può fare a meno di guardarsi intorno e, sempre più, di voler spiccare il volo per potersi staccare da questa realtà crudele, abitata da maschere e illusioni che feriscono chi è alla continua ricerca di pace e armonia. Bellissime le immagini del mare, dei caldi raggi del sole, di un cielo terso e di una luna che si fanno custodi di emozioni. Ma neanche in loro Grazia La Gatta trova conforto: il mare è traditore, il cielo non è equo nel distribuire la pioggia, così la terra è popolata da anime irrequiete che trovano ristoro, forse, nella bellissima arte della scrittura.

BIOGRAFIA:

Grazia La Gatta nasce nel 1951 da madre siciliana e padre piemontese, due bellissime regioni che ama profondamente. È moglie, madre e nonna. La sua famiglia è la sua vera grande forza. Ama l’arte in tutte le sue espressioni, in particolar modo scrivere poesie, racconti e fiabe per l’infanzia; ama il disegno, la pittura, lavorare all’uncinetto e il teatro (altro suo grande amore).

____________________________________________________________ 



SINOSSI:

Quello che andrete a leggere è un romanzo corale, costruito sull’intreccio delle storie di quattro donne, molto diverse tra loro ma legate da un minimo comune denominatore, la determinazione e il coraggio di scegliere, trovando la via per andare avanti. La scenografia che farà da sfondo all’incontro tra Amina, Angelina, Antonia e Carly sarà appunto questa meraviglia, le Spiagge Bianche, famose per i riflessi caraibici, tanto belle da essere utilizzate come set fotografico per le pubblicità. Peccato che siano rese così dagli scarichi a mare di una fabbrica chimica.

 

BIOGRAFIA:

Vanessa Marini nasce a Livorno il 18 agosto 1969. Ha frequentato l’I.T.C. Calamandrei di Livorno e la Facoltà di Economia Aziendale di Pisa. Lavora in banca al Monte dei Paschi di Siena. Attualmente vive a Rosignano Solvay con le sue due figlie gemelle. Suo padre è un pittore, autore tra l’altro delle precedenti copertine dei suoi libri. L’autrice ha esordito nel 2016 con il primo di cinque libri che compongono una collana intitolata “Le donne sono farfalle, non formiche”, dedicata alla violenza, agli stereotipi e alle discriminazioni di genere. Tutti editi da Kimerik, sono La lama invisibile, La ragazza che dipingeva sui muri, Io mi salvo da sola e Muri di cristallo. Swich-off - Vittima collaterale chiude il progetto volto alla sensibilizzazione riguardo a questi temi di grande attualità e al mondo delle donne in generale.

____________________________________________________________ 

 

SINOSSI:

Lisa ha quarant’anni quando decide di dare voce alle sue sofferenze e alle sue gioie. Raccontarsi è l’unico modo per dare un senso a quelle notti insonni trascorse in solitudine tra rabbia e rassegnazione. Lo fa attraverso il racconto di una vita modesta, trascorsa nella periferia torinese a partire dalla seconda metà degli anni sessanta. Ripercorre la sua infanzia, rivive gli anni di studio al Conservatorio e le delusioni di un matrimonio che, dietro un’apparente perfezione, cela quello che diventerà il suo latente malessere.

 


BIOGRAFIA:

Luigina Ganau nasce a Torino nel 1966 e compie gli studi musicali presso Conservatori del nord Italia, diplomandosi in Pianoforte e Clavicembalo. Dal 1982 svolge attività concertistica in qualità di pianista e clavicembalista come solista e in varie formazioni cameristiche che vanno dal duo all’orchestra barocca. Dal 1989 si dedica all’insegnamento della musica a bambini in età scolare e prescolare seguendo mirate metodologie sulla didattica, specializzandosi in particolare nel metodo Yamaha.

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili, verranno eliminati immediatamente

Privacy Policy