sabato 10 febbraio 2018

Novità Letterarie - Casa Editrice Kimerik


Sinossi

Un turbinio di emozioni, un’avvolgente sensazione mista tra sogni e realtà, un essere rapiti dalla semplicità di parole profonde che toccano l’animo, questo è quel che si prova nel leggere le poesie di una donna che ha saputo, con forza e coraggio, costruire la propria personalità. Imperfetta e tutta intera. Le mie ferite le conosco solo io. La mia storia è la mia… ringrazio il mio dolore per avermi resa forte. Il mio imperfetto essere mi rende ogni giorno vera e libera. [...] Questa è Katia Rinaldi, una donna vera e libera, ma anche una poetessa che ha la qualità di un modo di porsi nel mondo: offerta di sé al ritmo indefinito della quotidianità, madre che dona tutta se stessa ai propri figli, amante della vita, costruttrice di rapporti d’amore e di amicizie attenta osservatrice di tutto ciò che accade nel mondo circostante e, soprattutto, umile lettrice della vita.

Biografia

Katia Rinaldi è nata in Svizzera nella primavera del 1976. Dopo aver conseguito studi tecnici si iscrive alla Facoltà di Psicologia e successivamente alla Facoltà di Scienze dell’Educazione. Laureanda in Scenografia presso l’Accademia delle Belle Arti di Frosinone. Formazione professionale: Event manager & wedding planner. Prima pubblicazione nel 2005 con Poesie a colori, Edizioni Eva. Nel 2010 pubblica Incontri e Scontri edito Gruppo Albatros.

____________________________________________________________ 
 
Sinossi

Amo definire Gianni Manca un viaggiatore di Anime. Per dirla alla Keats, il poeta è la più impoetica delle cose che esistono; perché non ha identità, è continuamente intento a riempire qualche altro corpo: il sole, la luna, il mare e gli uomini e le donne, che sono creature d’impulso, sono poetiche, e c’è in loro qualcosa d’immutabile. Ma il poeta no: egli non ha identità, è certamente la più impoetica tra tutte le creature. Giovanna Mulas

Biografia

Gianni Manca nasce a Nuoro nel cuore della Sardegna, tra quei monti nascosti della Barbagia. Già dalla giovane età questa città forse gli va stretta, sceglie la via del mare, elemento che è sempre presente nelle sue liriche, navigare gli dà sensazioni sempre nuove, è sempre in giro per il mondo alla ricerca forse di se stesso. Scrive le sue emozioni, quello che percepisce nei momenti più intimi, ha pudore nel parlare della sua vita privata e preferisce che gli altri lo leggano. Nel 1974 pubblica la prima raccolta di poesie giovanili, a distanza di un anno la seconda raccolta, Una penna fra le nuvole, poi per più di trent’anni rimane nell’oblio, senza più accarezzare una penna. Nel 2013 pubblica una nuova raccolta di poesie, Danza sul pentagramma. Oggi si cimenta ancora in questa nuova avventura. 

____________________________________________________________ 
 
Sinossi


Lontana da me è una condizione necessaria. L’amore arriva e ti scompiglia i capelli e la ragione, ti travolge e ti lascia senza parole. Le mani strette di due innamorati, la quotidianità narrata alternando versi poetici e aforismi alla descrizione dettagliata e introspettiva che diventa obbligatoria, quando il noi passa dall’essere un bellissimo presente all’essere un doloroso passato. Interrogarsi, mettersi in discussione, ricostruirsi. Matilde e Filippo sono la forza e la debolezza dell’essere umano. Guardarsi dal di fuori, con distacco e autocritica, per cambiare pelle e tornare a respirare tutti i colori della vita.

Biografia



Blogger, scrittrice, poetessa. Inizia a scrivere giovanissima collaborando con un giornale locale occupandosi di sport. Per anni è stata contributor dei più importanti siti on line calcistici, trattando diverse categorie dalla SerieB all’Eccellenza. È stata opinionista in vari programmi radio e tv. Compone poesie e partecipa a diversi concorsi letterari nazionali, classificandosi sempre tra i fina listi. È apparsa con le sue opere in diverse raccolte letterarie, tra cui I nuovi poeti ermetici, Amore e Psiche, Vento a Tindari, Poets in love, Ti racconto una favola. 

____________________________________________________________ 
 
Sinossi
 
Questo romanzo racconta la storia di una giovane ragazza che, involontariamente, si ritrova al centro di un giro di prostituzione e di come, all'improvviso, arrivi un "angelo" a soccorrerla. È il racconto della cattiveria umana, e di come possa essere scalzata dalla bontà e dalla magnanimità.

Biografia

Renato Colecchia nasce a Monopoli (BA), ridente cittadina marinara a sud di Bari. La sua passione per la lettura lo porta a spaziare dai classici ai noir. Ha pubblicato: Connubi Perversi - Vite Calpestate, un romanzo con il quale descrive, senza ipocrisia, i drammi generati dalla connivenza tra corrotti esponenti dei “Poteri forti” e una società sommersa che ignobilmente sopravvive e spadroneggia grazie ai loro interessati “favori”. Ha concorso a due importanti antologie: Vento a Tindari: omaggio al grande Salvatore Quasimodo; 365 giorni da scrivere: una prestigiosa agenda per gli scrittori. Si ripresenta ai lettori con un secondo romanzo: Uomini di vetro. In questo, fotografa le situazioni drammatiche nelle quali viene a trovarsi un uomo perbene e come la società civile che si definisce: moderna, democratica e buonista, in realtà non lo è, arriva a trasformarlo in trasparente, tanto da farlo sentire di vetro. Con idealistici fotogrammi, diapositiva per diapositiva, immortala “le porte sbattute in faccia” che riceve chiedendo aiuto e come tante Istituzioni bistrattano il malcapitato, al contrario dei loro fini. L’intento dell’Autore è far comprendere che nessuno è immune da fatalità e come sia facile, svoltando l’angolo della propria vita, trovarsi davanti alle porte, sempre spalancate, dell’Inferno o del Paradiso. Attualmente, rincorrendo i suoi personaggi, sta lavorando al suo terzo romanzo: Mercimonio.
 

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili, verranno eliminati immediatamente

Privacy Policy